Dal 1° al 29 ottobre 2020 nella località altoatesina si svolgerà il Festival SONORA 703, organizzato dall’associazione Conductus con la direzione artistica di Marcello Fera, che quest’anno prende in esame il termine di Ressentiment, ossia risentimento, proponendo opere, conferenze, dibattiti tesi a presentare sotto diversi aspetti questo lemma particolarmente pregnante nella nostra realtà attuale

Marcello Fera, violinista e compositore, ha voluto incentrare la nuova edizione del Festival SONORA, del quale è direttore artistico, proponendo otto appuntamenti dedicati al tema del risentimento, parola chiave per leggere le pulsioni che attraversano il nostro tempo. La scelta è legata all’antologia pubblicata recentemente dalle Edizioni Alphabeta Verlag che, con questo titolo, apre la collana Parole del tempo/Zeitworte rivolta a indagare la contemporaneità a partire da parole che la rappresentino con particolare forza.

Il Festival avrebbe dovuto tenersi in primavera, contemporaneamente all’uscita della traduzione del libro e alla mostra di Merano Arte dedicata allo stesso tema, inaugurando così una nuova sinergia tra diverse istituzioni e mezzi espressivi, ma il lockdown ha costretto invece a un suo spostamento temporale che viene ora proposto nella sua interezza.

Marcello Fera attorniato dai componenti dell'Ensemble Conductus.

Così, la musica e la parola sono i mezzi con cui il Festival intende affrontare il tema del risentimento attraverso i programmi concepiti come fossero altrettanti punti di vista sull’argomento. Come sempre, ampia e ricca di originalità l’offerta presentata dal Festival: prime esecuzioni, con gemme tratte dal repertorio storico, compresenza di generi differenti, incontri con il pubblico da parte di artisti e specialisti.

La rassegna si aprirà con un concerto al cui centro sta la prima esecuzione di un brano per violino solista e archi di Florian Bramböck, commissionato da Conductus e scritto a partire da un racconto di Lydia Mischkulnig contenuto per l’appunto nell’antologia Ressentiment/Risentimento. In programma anche il meraviglioso Idyla (Idillio)di Leóš Janáček, capolavoro di raro ascolto. Segui l’imperdibile performance di due funamboli viennesi, Georg Breinschmid e Thomas Gansch, con un programma denso di virtuosismo e humour viennese declinati in chiave jazz.

I musicisti viennesi Thomas Gansch & Georg Breinschmid. 

Il terzo programma presenterà un’inusitata ricognizione sul risentimento amoroso nella poesia secentesca in lingua italiana e genovese attraverso brani dell’epoca e prime esecuzioni. Torneranno anche, per il quarto appuntamento, i cantori di A Filetta insieme con l’ensemble Conductus con un nuovo programma su Medea impersonata dall’attrice austriaca Marie Therese Futterknecht, in una serata in collaborazione con Vereinigte Bühnen Bozen.

L’attrice austriaca Marie Therese Futterknecht che vestirà i panni di Medea.

Il Festival si concluderà con il soprano Laura Catrani e il pianista Antonio Ballista. Antonio Ballista, importante e originalissimo protagonista della scena musicale internazionale, ha concepito per il festival un imperdibile programma, un viaggio nel risentimento musicale da Rossini ad oggi, ricco di autentiche sorprese tanto per gli addetti ai lavori quanto per il più vasto pubblico.

Il pianista e direttore d'orchestra Antonio Ballista.

Oltre ai concerti il Festival proporrà anche tre appuntamenti con il compositore Florian Bramböck in dialogo con la scrittrice Lydia Mischkulnig, con l’autore Mauro Sperandio e con il linguista Fiorenzo Toso.

Andrea Bedetti

PROGRAMMA

Sonora 703 – Ressentiment

1° ottobre 2020 | Foyer del Teatro Puccini | ore 19.00

Ressentiment Verschliftlichen / Scrivere il risentimento

Dialogo tra il compositore Florian Bramböck e la scrittrice Lydia Mischkulnig (in lingua tedesca)

1° ottobre 2020 | Teatro Puccini | ore 20.30

Veronika Egger & Ensemble Conductus

(V. Egger in sostituzione di Domenico Nordio impossibilitato per motivi di salute)

Marcello Fera - direttore

Programma:

- Florian Bramböck - Worüber man spricht oder schweigt (Prima esecuzione assoluta)

- Béla Bartók - Danze popolari rumene

- Leóš Janáček - Idyla

5 ottobre 2020 | Teatro Puccini | ore 20.30

Una legittima difesa musicale / Musikalische Selbstverteidigung

Georg Breinschmid - contrabbasso e voce

Thomas Gansch - Tromba, flicorno e voce

programma:

- Musiche di Georg Breinschmid

16 ottobre 2020 | Teatro Puccini | ore 19.00

Ri-sentiamoci

Fiorenzo Toso - linguista

Ascoltare antiche sonorità, riflettere su incontri e confronti fra lingue...

Conferenza (in lingua italiana)

16 ottobre 2020 | Teatro Puccini | ore 20.30

Risentimento barocco

Cristina Mosca - soprano

Ensemble Conductus Marcello Fera - direttore

programma:

- Claudio Lugo - Tre canzoni in genovese barocco - (Prima esecuzione assoluta)

- Marcello Fera - Luña cornua - (Prima esecuzione assoluta)

- Claudio Monteverdi/Claudio Lugo - Cruda Amarilli,

- Antonio Cesti - Non si parli più d'amore

- Giulio Caccini/Claudio Lugo - Amarilli mia bella,

- Claudio Monteverdi/Marcello Fera - Lidia spina del mio core, Lamento d’Arianna

21 ottobre 2020 | Centro per la Cultura | ore 15.30

Il mito di Medea nell’arte

Mauro Sperandio - Autore e redattore

Le diverse rappresentazioni artistiche date alla figura mitologica...

Nell’ambito di: “Le conferenze UPAD del mercoledì” (in lingua italiana)

26 ottobre 2020 | Teatro Puccini | ore 20.30

Medea in parole e musica / Medea in Worte und Musik

A Filetta

Ensemble Conductus

Marie-Therese Futterknecht - attrice

Marcello Fera - direttore

programma:

- Musiche di Jean-Claude Acquaviva, Marcello Fera, Tradizione corsa

- Testi di Christa Wolf, Euripide e Franz Grillparzer (in lingua tedesca)

In collaborazione con Vereinigte Bühnen Bozen

29 ottobre 2020 | Teatro Puccini | ore 20.30

Risentimento da camera

Laura Catrani - soprano

Antonio Ballista - pianoforte

programma:

- Musiche di: Mozart, Rossini, Schubert, Schumann, Chopin, Debussy, Tosti, Satie, De Falla, Copland

Informazioni e prenotazioni: [email protected] | 0473.212643


Andrea Bedetti

Andrea Bedetti